La scuola, con l’avvento dell’orientamento musicale, si è arricchita di uno strumento didattico importantissimo che permette all’alunno di vivere l’esperienza pratica di suonare, di condividere con i compagni il momento dell’esecuzione collettiva finalizzata al raggiungimento di un traguardo, “il saggio”, che dal punto di vista della crescita personale riveste senza dubbio un significato rilevante. La Scuola secondaria di I grado ad indirizzo musicale, nonostante la sua specificità, non si propone, naturalmente, di formare degli strumentisti professionisti (anche se molti dei suoi alunni lo sono diventati), ma, in accordo con le disposizioni di programmi ministeriali, svolge un fondamentale percorso educativo anche attraverso l’arte musicale quale linfa vitale che conforta e arricchisce lo spirito umano.

FUNZIONAMENTO

Le lezioni di strumento sono destinate alla pratica strumentale individuale e/o per piccoli gruppi anche variabili nel corso dell’anno, all’ascolto partecipativo, alle attività di musica d’insieme e alle lezioni di teoria e lettura della musica. L’impegno settimanale previsto è di 2 ore in aggiunta al Tempo Scuola scelto dalle famiglie.

 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

Nel campo della formazione musicale l’insegnamento dello strumento persegue un insieme di obiettivi generali all’interno dei quali si individua l’acquisizione di alcuni traguardi essenziali, quali:
  • padronanza tecnica del proprio strumento finalizzata alla produzione di eventi musicali,
  • acquisizione di abilità in ordine alla lettura ritmica e intonata e di conoscenze di base della teoria musicale,
  • capacità di produrre autonome elaborazioni di materiali sonori all’interno di griglie predisposte.

VERIFICA E VALUTAZIONE

L’impostazione tendenzialmente individuale della lezione di strumento musicale consente una costante osservazione dei processi di apprendimento degli alunni ed una continua verifica dell’azione didattica programmata con l’eventuale adattamento ai possibili insuccessi. La valutazione terrà conto:
  • della situazione di partenza dell’alunno
  • della sua fattiva partecipazione e collaborazione allo svolgimento delle lezioni
  • l’interesse manifestato e l’impegno profuso
I processi di valutazione si ispireranno ai criteri generali della valutazione formativa propria della scuola secondaria di I grado.  

Attività Formative AT 18

Didattica per competenze, innovazione metodologica e competenze di base

Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento

Competenze di lingua straniera

 Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile globale

Calendario

luglio: 2018
L M M G V S D
« Giu    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

contatti

Socialnetwork didattico

Piattaforma moodle integrata nel Registro Elettronico KeScuola.

INFORMATIVA: Questo sito usa cookies per analisi statistiche completamente anonime. Proseguendo con la navigazione si presta il consenso all' uso dei cookie. voglio maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi